KSH “The pain of Art”

KSH è un’artista multidisciplinare norvegese, nonché autrice, operante nel Nord Europa ed in Italia. Si specializza nelle tecniche della pittura ad olio espressionista, che ella impiega miscelando esclusivamente i colori primari. Lo stile dell’artista riceve la massima influenza dalla sua ricerca su Edvard Munch ed Oskar Koko- schka. Similmente alle opere di Munch, la sua gamma cromatica è condizionata dalla fredda luce del sole del Nord, mentre il forte impasto della materia, visibile in molte delle sue opere ad olio, rammenta lo stile audace e altamente materico di Kokoschka. L’intero movimento espressionista può scorgersi riverberare tra le sue opere, come è altresì possibile identificare delle influenze specifiche di Vincent van Gogh, Paul Gauguin, Henri de Toulouse-Lautrec, Gustav Klimt e Jack Butler Yeats. KSH è profondamente ispirata dalla complessità della vita umana, che rappresenta in forma di ritratti, scene di gruppo e nudi. Ella crede fortemente che i ritratti debbano rappresentare l’animo dei soggetti molto più della loro bellezza; a causa di ciò, molte delle sue opere rappresentano spiriti illustri del passato, quali scrittori ed artisti. Un’altra sua ferma convinzione è che gli artisti debbano essere un veicolo di espressione della situazione sociale contemporanea. Ella infatti non teme di creare arte politicamente ispirata che interpreti i pensieri e gli scenari del presente. Ella, inoltre, dedica una parte della sua esplorazione artistica ad altri generi, inclusi i paesaggi urbani e la natura, dove il suo distintivo stile espressionista diventa più astratto. Fuori dal campo delle belle arti, KSH è un’autrice affermata di testi teatrali, romanzi e poesie, in lingua norvegese ed in inglese. Lo studio della musica classica ed una lunga preparazione all’ese- cuzione pianistica completano la sua alquanto poliedrica formazione artistica. In tutta la sua produzione, ella combina le altezze della cultura classica europea con una visione molto soggettiva, profonda e disincantata della vita.


Dr. Ivan Cagnani,
Curatore della mostra